sabato 20 giugno 2015

Chi manda le onde ?!? di Fabio Genovesi

Ciao ragazzi e ragazze! Come promesso nel ultimo papertowns (credo di averlo detto o.o) la recensione dell'ultimo romanzo che ho letto, (l'ultimo libro è una saggio di critica letteraria e non credo interessi.o Chi manda le onde di Fabio Genovesi è stato un bel tomone, o un bel mattonazzo come dicono alti. 400 pagine. Ma le vale tutte, fino all'ultima :D!!

Pubblicato da Mondadori il nuovo libro di Fabio Genovesi "Chi manda le onde" (394 pp., 19 euro) è stato candidato al Premio Strega, ha vinto il Premio nella sezione Giovani e dopo essere entrato nella fortunata dozzina è ora nella cinquina (insieme Lagioia, Ferrante, Covachic e Santagata) -


Chi manda le onde di Fabio Genovesi
Mondadori

Luna ha i capelli bianchi e la pelle chiara. Brilla di luce propria come una stella, come il sole, lei che il sole non può vederlo perché le fa male, ma forse non ne ha bisogno perché brilla da sé.
Luna ha 13 anni e fino alla prima media credeva in Babbo Natale, ehi non c'è niente di male, anche perché Babbo Natale è un ladro, così pensava Luna. Chi viene a consegnare un regalo e lo fa di notte e di nascosto?
Luna ha un fratello, uno di quelli che tutti vorrebbero, Luna ha un fratello che si chiama Luca.
Luca ha...non importa quanti anni ha. Luca è un ragazzo con le spalle da uomo. Luca ha una luce negli occhi e ti è impossibile contraddirlo.
Luna e Luca vivono a Forte dei Marmi con la madre Serena. Sono in tre e sono perfetti così.
Forte dei Marmi è in Versilia, terra viva ed energica dai maggio ad ottobre, un po' meno durante l'inverno. Il destino di tutti i luoghi di villeggiatura, lodati ed amati durante l'estate dimenticati durante l'inverno. Non da chi ci vive.
Sandro è un quarantenne sfig..no meglio sfavorito (ndFabio Genovesi non sono sfigati ma sfavoriti), laureato in inglese, aspetta qualcosa da tutta la vita, ma forse non sa neanche lui cosa. Rimanda sempre tutto, è un grande procrastinatore. Vive con i suoi e per sua madre nonostante le quattro decadi alle spalle è sempre "Sandro, Sandrino"
Finito a fare una supplenza, si imbatte di Luca, e ne resta folgorato: Luca è tutto ciò che lui non è stato al liceo, bello, intelligente, popolare e con mille opportunità da scoprire. 
E poi conosce Serena, la madre di Luca. 
Serena che era al suo liceo ed era popolare. 
Serena che era e è la più bella, con i capelli morbidi e lunghi, che le cadono sulle spalle. 
Serena che non l'ha mai notato e che ora lo odia.
Forte dei Marmi è così calma in autunno e inverno, niente la scuote se non il mare che furiosamente si fa sentire abbattendosi sulle sue spiagge. Ma Forte dei Marmi è ora un po' meno calma, scossa da un evento triste che coinvolge tutti: Serena e Sandro, Luca, Luna, Zot, il bambino venuto da Chernobyl per respirare un po' d'aria buona e che parla un italiano perfetto e d'altri tempi, persino Ferruccio, Ferro per gli amici che ha le mine nel giardino e i fucili alle finestre per difendere la sua casa dai russi che vogliono prendersi tutto di Forte dei Marmi e mandare via tutti i fortemarmini DOC. Un po' meno coinvolti ma sono i migliori amici di Sandro, quindi vanno nominati, sono Rambo e Marino, un quarantenne protagonista perfetto di "Quarantanni vergine" e un catechista/ausiliario del traffico.
Il vero protagonista di questo romanzo, però,  non è un uomo, una donna o un bambino...è il mare, presenza unica e costante della vita dei fortemarmini. E' il mare che da la vita alla città, con la sua bellezza attirando i turisti, ma è sempre il mare che la toglie, che è cattivo e ti porta via tutto, è una madre benevole e malevola. E' la natura benigna e maligna.
Chi manda le onde è un romanzo corale a moltissime voce, coinvolge tutti gli stadi della vita. E' la celebrazione delle seconde possibilità, se si accettano gli alti e i bassi, le delusioni, le occasioni perse che non torneranno più, Fabio Genovesi ti trascina nella vita reale dei fortemarmini, è tutto vero, niente è costruito. La storia si insegue da sé, ti tira sempre più giù, affogandoti nelle profondità delle sue acque e non c'è alcun modo di risalire, non c'è scampo, puoi solo abbandonarti alla lettura di questa storia. Immersi nella bellezza della Toscana, fra Etruschi e antichi popoli della Luna.

giovedì 11 giugno 2015

Papertowns #14 (Winter - Spring mailbox)


Papertowns (città di carta) è una rubrica ideata da Reading is Believing. Ad ogni appuntamento vi presenterò i nuovi libri - esclusivamente in formato cartaceo - entrati in mio possesso che siano stati acquistati, scambiati, avuti in regalo o ricevuti in omaggio da case editrici e autori. 



Nonostante siano passati sei mesi quasi dal mio ultimo papertowns devo dire che ho fatto la brava!!!!!!!!
Yeah rullo di tamburi, suonino le trombe, si elevi un coro d'angeli, tutto il mondo sappia....ok basta! XD
Contando sono 8 libri comprati da me, 1 scambio e tre ricevuti dalle CE. Ben fatto, veramente ben fatto. Se si tiene conto che due dei libri che ho comprato sono stati acquisti obbligati per la preparazione di una tesina posso ritenermi soddisfatta...e giustificata, e poi tre sono stati presi all'usato.
Diciamo che sono stata brava!
Vero? vero? vero? :D

Ora basta sennò chiudete il pc prima ancora di iniziare a leggere, di sotto vi lascio la lista dei libri e poi le informazioni così potete leggere direttamente le schede informative che vi interessano di più ;).

In ordine di acquisto:
Donna alla finestra di Catherine Dunne

In realtà credo che i primi due non vi possano interessare...o si? Non saprei non vorrei annoiarvi a morte con delle trame e informazioni che non volete!!! Facciamo così non inserisco le schede ma i link diretti ad ibs così se volete potete dare uno sguardo :).




Le dodici tribù di Hattie di Ayana Mathis
Einaudi 
Acquisto Libraccio (MI)

Nel 1923, Hattie Shepherd - quindici anni - lascia la Georgia e si trasferisce a Philadelphia, nella speranza di conquistare la sua fetta di sogno americano. Due anni dopo sposa August e insieme vanno a vivere in Wayne Street: è una piccola casa in affitto ma i vicini sono gentili e poi, le assicura il marito, è una sistemazione provvisoria finché non ne compreranno una. Ma non sarà così, e in quella casa rimarranno per molti anni (la prima delle molte delusioni che le darà August): lì Hattie crescerà i suoi molti figli, la sua «tribú», preparandoli a quel mondo che ha imparato a conoscere, un mondo che fa di tutto per spezzarti e respingerti. Un mondo, però, a cui non puoi darla vinta. Dodici vite, dodici storie che si fondono in un monumentale affresco corale. Un intreccio perfetto, per raccontare l'amore e la perdita, la volontà e le incrollabili speranze di una famiglia che attraversa, con coraggio e caparbietà, otto decenni di storia americana. Ayana Mathis ha il dono - che la critica americana ha accostato a quello di Toni Morrison e Marilynne Robinson - di infodere nelle vite dei suoi personaggi, struggenti, spesso tragiche, sempre umanissime, la grandiosità dell'epica, la capacità, cioè, di incarnare un destino collettivo: quello che le dodici «tribú» di Hattie conquistano tra mille difficoltà non è solo una possibilità di vita e di realizzazione individuale, ma uno spazio di libertà e partecipazione che è quello di tutti i cittadini afroamericani del Novecento.

lui-è-tornato

Lui è tornato di Timur Vermes
Acquisto Usato (NA)

È l’estate del 2011. Adolf Hitler si sveglia in uno di quei campi incolti e quasi abbandonati che ancora si possono incontrare nel centro di Berlino. Egli non può fare a meno di notare che la guerra sembra cessata; che intorno a lui non ci sono i suoi fedelissimi commilitoni; che non c’è traccia di Eva. Non può non sentire un forte odore di benzina esalare dalla sua divisa sudicia e logora; e non riesce a spiegarsi l’intorpidimento delle sue articolazioni e la difficoltà che prova nel muovere i primi passi in una città piuttosto diversa da come la ricordava. Regna infatti la pace; ci sono molti stranieri; e una donna (sì, proprio una donna, per giunta goffa), tale Angela Merkel, è alla guida del Reich. 66 anni dopo la sua fine nel Bunker, contro ogni previsione, Adolf inizia una nuova carriera, stavolta a partire dalla televisione. Questo nuovo Hitler non è, tuttavia, né un imitatore, né una controfigura. È proprio lui, e non fa né dice nulla per nasconderlo, anzi, è tremendamente reale. Eppure nessuno gli crede: tutti lo prendono per uno straordinario comico, tutti lo cercano, tutti lo vogliono, tutti lo imitano.



Lo Hobbit di John J.R.R.Tolkien
Adelphi
Acquisto Usato (NA)

Violentemente sbalzato dalla idilliaca Hobbitopoli oltre il Confine delle Terre Selvagge, fra gole, foreste incantate e minacciose montagne, dove non ci sono «vie sicure», il pacifico Bilbo si scoprirà capace di affrontare prodigi e orrori: il mostruoso Gollum, i ragni giganti, i perfidi orchi, il grande drago Smog, e infine la tremenda Battaglia dei Cinque Eserciti, scontro fra le forze benigne e maligne, eternamente opposte, per il bramato e fatale possesso del tesoro. Ma per Bilbo l’avvenimento più importante – e della cui importanza egli non si rende ben conto – è il ritrovamento, apparentemente casuale, di un anello magico che era finito in possesso di Gollum. In questo fatto è il germe della grande saga che Tolkien proseguirà nei tre libri del Signore degli Anelli, dove sarà riproposto e illuminato nel suo durissimo senso un tema segreto dello Hobbit, un tema inesauribile per qualsiasi lettore: che cosa fare dell’Anello del Potere?




Chi manda le onde di Fabio Genovesi
Acquisto


Ci sono onde che arrivano e travolgono per sempre la superficie calma della vita. Succede a Luna, bimba albina dagli occhi così chiari che per vedere ha bisogno dell'immaginazione, eppure ogni giorno sfida il sole della Versilia cercando le mille cose straordinarie che il mare porta a riva per lei. Succede a suo fratello Luca, che solca le onde con il surf rubando il cuore alle ragazze del paese. Succede a Serena, la loro mamma stupenda ma vestita come un soldato, che li ha cresciuti da sola perché la vita le ha insegnato che non è fatta per l'amore. E quando questo tsunami del destino li manda alla deriva, intorno a loro si raccolgono altri naufraghi, strambi e spersi e insieme pieni di vita: ecco Sandro, che ha quarant'anni ma vive ancora con i suoi, e insieme a Marino e Rambo vive di espedienti improvvisandosi supplente al liceo, cercando tesori in spiaggia col metal detector, raccogliendo funghi e pinoli da vendere ai ristoranti del centro. E poi c'è Zot, bimbo misterioso arrivato da Chernobyl con la sua fisarmonica stonata, che parla come un anziano e passa il tempo con Ferro, astioso bagnino in pensione sempre di guardia per respingere l'attacco dei miliardari russi che vogliono comprarsi la Versilia. Luna, Luca, Serena, Sandro, Ferro e Zot, da un lato il mare a perdita d'occhio, dall'altro li profilo aguzzo e boscoso delle Alpi Apuane.




La ferocia di Nicola Lagioia

Acquisto

In una calda notte di primavera, una giovane donna cammina nel centro esatto della strada statale. È nuda e coperta di sangue. A stagliarla nel buio, i fari di un camion sparati dritti su di lei. Quando, poche ore dopo, la ritroveranno ai piedi di un autosilo, la sua identità verrà finalmente alla luce: è Clara Salvemini, prima figlia della piú influente famiglia di costruttori locali. Per tutti è un suicidio. Ma le cose sono davvero andate cosí? Cosa legava Clara agli affari di suo padre? E il rapporto che la unisce ai tre fratelli - in particolare quello con Michele, l'ombroso, l'instabile, il ribelle - può aver giocato un ruolo determinante nella sua morte? Le ville della ricca periferia barese, i declivi di ogni rapida ascesa sociale, le tensioni di una famiglia in bilico tra splendore e disastro: utilizzando le forme del noir, del gotico, del racconto familiare, scandite da un ritmo serrato e da una galleria di personaggi e di sguardi che spostano continuamente il cuore dell'azione, Nicola Lagioia mette in scena il grande dramma degli anni che stiamo vivendo. L'intensità della scrittura - mai cosí limpida e potente - ci avviluppa in un labirinto di emozioni, segreti e scoperte, che interseca le persone e il loro mondo, e tiene il lettore inchiodato alla pagina.




Ovunque tu sarai di Fioly Bocca
Omaggio CE

Anita vive da tanti anni a Torino ma è cresciuta sulle Dolomiti, dove il vento soffia sempre e l'aria è fresca, dove l'aria trasparente profuma sempre di legno e di terra, e dove negli ultimi tempi è costretta a tornare a causa della terribile malattia di sua madre, che peggiora ogni giorno di più. È giusto mentire per proteggere chi ami? Anita decide di sì e ogni sera, quando si mette al computer per scrivere l'e-mail della buonanotte a sua mamma, racconta un sacco di bugie. Non le dice che il lavoro all'agenzia letteraria non le piace per niente, né che il suo fidanzato, Tancredi, è distratto, assente e certo non muore dalla voglia di fare piani concreti. Anzi, Anita descrive i preparativi per le nozze, immagina la chiesa del paese addobbata di fiori e i bambini che verranno. Finché un giorno, sul treno che la riporta a Torino, ogni finzione crolla di fronte agli occhi esotici di Arun, due occhi profondi che sanno guardare davvero, e a cui basta un istante per leggere tutta la tristezza di Anita. Ma chi è questo scrittore per bambini che ama il mare d'inverno? E perché, anche se vuole tenerlo lontano, qualcosa la riporta insistentemente a lui?



Le anatre di Holden sanno dove andare di Emila Garuti
Omaggio CE


Una allergia diffusa verso l'ipocrisia degli adulti, a partire da quegli immaturi dei suoi genitori, l'orrore puro per gli happy end e le soluzioni preconfezionate e, soprattutto, una voglia matta di dare del filo da torcere a ''Denti L'Oréal'', la psicologa col muso da lucertola che mamma e papà pagano profumatamente per mettere un freno ai suoi colpi di testa. Questa è Will, per la precisione Willelmina, l'eroina irriverente e sognatrice di questo libro, che, come un lupo ferito, ha decisamente smarrito il branco. Nell'arco di un settembre nero che chiude l'ultima estate da liceale, mentre i suoi coetanei si fanno elettrizzare dalle mille luci della vita universitaria, Will si aggira senza meta come un'aliena su un pianeta sconosciuto. Unico scudo: l'ironia. E la musica, certo. E improvvisamente Matteo, il ragazzo strano e ''poco collaborativo'' della sala d'attesa, che la rincorre per mezza città nel tentativo di riportarla indietro. Che cosa vuol dire davvero essere giovani? E quanto costa l'autenticità?
A chi si è fermato e non sa dove andare, a chi si sente fuori sincrono, fragile, confuso e sbagliato. A chi è giovane adesso e a chi non lo è più, ma ha buona memoria. Tutti, almeno in una fase della vita, abbiamo potuto dire: io sono Will.





Le fragili attese di Mattia Signorini
Omaggio CE

Questa è la storia della Pensione Palomar, un vecchio stabile a due piani nel quartiere periferico di una grande città. Osservandola dalla strada, incastrata tra due palazzi, sembra appartenere a un tempo che non è più. È la storia di Italo, il proprietario, che a quasi ottant'anni ha deciso di chiudere per sempre. Osserva passare gli ultimi giorni seduto dietro al bancone, mentre rilegge vecchie lettere d'amore scritte da una ragazza negli anni Cinquanta. È anche la storia dei suoi ultimi ospiti: Guido, un professore d'inglese che deve insegnare a parlare a una bambina muta; Lucio Ormea, un uomo alla ricerca del padre che non vede da quando era piccolo; il generale in pensione Adolfo Trento, convinto che la soluzione di ogni pace stia nella guerra; Ingrid, un'arpista con il polso spezzato che lavora come cassiera al supermercato e di notte si accompagna a uomini conosciuti per caso; e infine la domestica Emma, che ha fatto della Pensione Palomar la sua casa da ormai troppo tempo. Sono tutte persone ferme ai margini di un mondo che corre troppo veloce, in attesa che arrivi qualcosa, forse un treno che li porti via, verso una direzione qualsiasi, prima che sia troppo tardi.


Donna alla finestra di Catherine Dunne
Scambio

Lynda e Robert Graham possono dirsi soddisfatti della vita che si sono costruiti. Una bella casa in un quartiere benestante di Dublino, la sicurezza economica, due figli invidiabili, Katie e Ciaràn. Nonostante qualche nuvola passeggera e qualche preoccupazione legata al comportamento un po' aggressivo del figlio adolescente, i Graham vedono scorrere la loro esistenza placidamente, riflessa nel giardino giapponese che ogni mattina all'alba Lynda si ferma qualche attimo a contemplare con l'orgoglio dell'artista. C'è solo un neo in questo perfetto quadro famigliare: si tratta di Danny, il fratello minore di Robert, uno scapestrato che periodicamente sconvolge la loro routine con le sue pretese e i suoi modi prepotenti. Per fortuna, nella casa dei Graham arriva una persona che porta un po' di serenità. Ciaràn infatti presenta ai suoi Jon, un amico bello, educato e sensibile, che presto diventa una presenza fissa al punto da trasferirsi da loro. Agli occhi di tutti Jon sembra l'ospite perfetto, forse troppo: l'istinto di Lynda le suggerisce che qualcosa non va... Chi è veramente il dolce e disponibile Jon?

martedì 9 giugno 2015

Anteprime Sonzogno :D Gli eroi della guerra di Troia - Elena, Ulisse, Achille e gli altri di Giorgio Ieranò e Spaghetti all’Assassina di Gabriella Genisi

Due piccole anteprime per due romanzi editi da Sonzogno, in uscita a brevissimo: 11 e 18 giugno, ma sono ancora in tempo per farveli presente :D. YEAH!!
Spero che questo periodo di fuoco passi velocemente, voi come state? La scuola è quasi finita, i corsi all'università pure ma sta per cominciare il periodo peggiore per me. Ho quasi finito "Chi manda le onde" mancano le ultime pagine e vorrei prendermi un attimo per recensirlo, ma è stato bello, anche se non posso esprimermi del tutto...devo aspettare il finale...Fabio non farmi brutti scherzi!!
Spaghetti all’Assassina di Gabriella Genisi


«Segni particolari: sfrontata, determinata, femminile e dotata di un sesto senso fuori dal comune» La Repubblica

«Perché leggerlo? Perché Gabriella Genisi potrebbe diventare la Camilleri pugliese» Vanity Fair

Esce il 18 giugno per Sonzogno (pp. 192; € 12.00, ebook € 9,99) Spaghetti all’Assassina, la quinta indagine del commissario barese Lolita Lobosco, il personaggio ideato da Gabriella Genisi.

Spaghetti all’Assassina di Gabriella Genisi
Sonzogno editori

Per cucinare gli spaghetti all’Assassina, il piatto più famoso di Bari, ci vuole la padella in ferro nero che si trova solo nella città vecchia. Ed è proprio lì che sorge il ristorante di Colino Stramaglia, inventore della famosa ricetta. Una mattina di primavera, all’apertura del locale, il grande chef viene trovato morto ammazzato in maniera talmente efferata da far sospettare un torbido movente passionale. Quale grave sgarbo avrebbe commesso l’illustre personaggio per meritare una fine così orrenda? E quanti misteri si celano dietro al mondo sempre più competitivo dell’alta cucina? Fra le persone informate sui fatti, un affascinante cuoco algerino, una spogliarellista brasiliana e un capocameriere con un’aria da becchino uscito da un film western. A indagare è il commissario Lolita Lobosco, che stavolta trova imbrattate di sangue le sue due attività preferite: l’amore e la cucina. Sullo sfondo di una città sempre più pulp, una nuova intricata indagine, con fosche tinte da noir mediterraneo, metterà a dura prova l’abilità e l’istinto della caparbia investigatrice barese.

Gabriella Genisi è nata nel 1965 e abita vicino al mare, a pochi chilometri da Bari. Ha scritto numerosi libri e ha inventato il personaggio del commissario Lolita Lobosco, la poliziotta più bella del Mediterraneo, già protagonista di quattro romanzi pubblicati da Sonzogno: La circonferenza delle arance (2010), Giallo ciliegia (2011), Uva noir(2012) e Gioco pericoloso (2014). I gialli di Lolita Lobosco sono tradotti in molti paesi europei (Francia, Germania, Grecia) e negli Stati Uniti.

Gli eroi della guerra di Troia - Elena, Ulisse, Achille e gli altri di Giorgio Ieranò


Le storie avvincenti degli eroi cantati da Omero.
Il racconto sorprendente di quello che Omero non dice

Un racconto vivace, attuale, coinvolgente, leggero ma al tempo stesso autorevole e attendibile,
affidato a uno specialista della materia.

«Ieranò sa raccontare l’antico con intelligenza, competenza, leggerezza» Eva Cantarella, Corriere della Sera

Esce giovedì 11 giugno per Sonzogno (pp. 240; € 16.00) Gli eroi della guerra di Troia, il nuovo libro di Giorgio Ieranò. Dopo il successo di Olympos edEroi, l’autore completa la trilogia sul mito.


Gli eroi della guerra di Troia di Giorgio Ieranò
Sonzogno editori

Chi erano davvero gli eroi e le eroine della guerra di Troia? Quali sono le storie più autentiche e segrete delle figure cantate nell’Iliade e nell’Odissea? Questo libro racconta in modo nuovo i protagonisti della grande epopea omerica che tutti abbiamo studiato a scuola. Ma racconta anche quello che Omero non dice, scavando nella miniera di leggende, spesso frammentarie ed enigmatiche, che gli antichi ci hanno lasciato. Così, intorno agli amori di Achille, agli inganni di Ulisse, alle avventure favolose di Elena, rinasce tutta una costellazione di eroi perduti.

Giorgio Ieranò insegna Letteratura greca all’Università di Trento. Tra i suoi libri più recenti, Arianna. Storia di un mito (2010) e La tragedia greca. Origini, storia, rinascite (2010). Per Sonzogno ha pubblicato i volumi di narrazioni mitologiche Olympos (2011) ed Eroi (2013).







sabato 18 aprile 2015

Novità Primavera (Aprile) Giunti

Ciao a tutti!!!
Come va?? La primavera sta incalzando, e devo dire che è sempre un periodo più proficuo di altri, forse tutti escono dal letargo invernale (soprattutto io XD).
La Giunti mi ha appena inviato l'email informativa con tutte le informazioni, alcuni come il romanzo di Emilia Garuti e Ovunque tu sarai :).
Voi tra questi 4 titoli avete qualche preferenza?

In uscita il 29 aprile 2015 Le anatre di Holden sanno dove andare di Emilia Garuti per Giunti Editore (12 €; 144 pg; Sfoglialibro): 
Visualizzazione di cop_low_le_anatre_di_holden.jpgLe anatre di Holden sanno dove andare di Emilia Garuti

Giunti (Y)

Una allergia diffusa verso l'ipocrisia degli adulti, a partire da quegli immaturi dei suoi genitori, l'orrore puro per gli happy end e le soluzioni preconfezionate e, soprattutto, una voglia matta di dare del filo da torcere a ''Denti L'Oréal'', la psicologa col muso da lucertola che mamma e papà pagano profumatamente per mettere un freno ai suoi colpi di testa. Questa è Will, per la precisione Willelmina, l'eroina irriverente e sognatrice di questo libro, che, come un lupo ferito, ha decisamente smarrito il branco. Nell'arco di un settembre nero che chiude l'ultima estate da liceale, mentre i suoi coetanei si fanno elettrizzare dalle mille luci della vita universitaria, Will si aggira senza meta come un'aliena su un pianeta sconosciuto. Unico scudo: l'ironia. E la musica, certo. E improvvisamente Matteo, il ragazzo strano e ''poco collaborativo'' della sala d'attesa, che la rincorre per mezza città nel tentativo di riportarla indietro. Che cosa vuol dire davvero essere giovani? E quanto costa l'autenticità?

A chi si è fermato e non sa dove andare, a chi si sente fuori sincrono, fragile, confuso e sbagliato. A chi è giovane adesso e a chi non lo è più, ma ha buona memoria. Tutti, almeno in una fase della vita, abbiamo potuto dire: io sono Will.



Emilia Garuti ha 20 anni. Vive dalla nascita in un piccolo paesino in provincia di Reggio Emilia al quale è molto legata. Diplomata al liceo classico, frequenta la facoltà di Lettere Moderne all'università di Bologna. Ama da sempre la letteratura, il cinema e l'arte. Per assecondare le sue passioni, scrive fin da quando era piccola e nel tempo libero ama dipingere, scattare foto e girare cortometraggi obbligando amici e parenti a prestarsi come attori. Nella vita vorrebbe poter fare di queste strade la sua professione. Questo è il suo primo romanzo, scritto quando aveva 18 anni.




In uscita il 4 marzo 2015 Muori con me di Karen Sander per Giunti (480 pg; € 11,90; Sfoglialibro):
Visualizzazione di cop_low_muori_con_me.jpg
Muori con me di Karen Sander
Giunti (M)

Cinquant'anni e una tempra forgiata dalla lunga esperienza nella Omicidi, il commissario Georg Stadler crede che ormai niente possa più sconvolgerlo. Ma quando entra in quel lussuoso appartamento nei quartieri alti di Düsseldorf, si rende subito conto che non c'è limite alle mostruosità concepite dall'animo umano: le pareti, il soffitto e il pianoforte bianco sono imbrattati di sangue; al centro, una donna orribilmente massacrata, sul cui corpo l'assassino ha lasciato una bambola, nuda. Forse un messaggio cifrato? Qualcosa scatta nella mente di Stadler: contro il parere dei suoi superiori, è convinto che ci sia un serial killer in circolazione e chiede l'aiuto di Elisabeth Montario, psicologa criminale nota per aver risolto una serie di casi in cui la polizia brancolava nel buio. Trent'anni, una cascata di riccioli rossi e uno sguardo che colpisce subito il commissario per la sua intensità quasi tagliente, Liz non può fare a meno di accettare la proposta, benché sia già alle prese con un mistero da sciogliere. Uno stalker sempre più aggressivo la tormenta con lettere di sfida: "Trovami. Prima che sia io a trovare te". Parole minacciose che fanno riaffiorare il ricordo di qualcuno che aveva amato, anche dopo averne scoperto la natura profondamente malvagia. Intanto gli omicidi subiscono un'escalation di brutalità: il killer sembra determinato a coinvolgere Liz e Stadler in un gioco efferato, risvegliando quegli incubi che la psicologa credeva sepolti per sempre...
Il thriller-rivelazione che ha scalato le classifiche tedesche. Per gli amanti di Lars Kepler, un thriller inesorabile che vi stringerà in una morsa spietata.

Karen Sander vive in Renania. Traduttrice e docente universitaria, ha esordito con lo straordinario successo di "Muori con me", primo romanzo di una serie incentrata sulla coppia investigativa Stadler-Montario, rimasto per settimane nella Top 5 dei bestseller dello "Spiege"l, con oltre 120.000 copie vendute. Il secondo episodio, già uscito in Germania, ha venduto 30.000 copie solo nelle prime due settimane. La serie è in corso di traduzione in cinque Paesi presso i marchi editoriali più prestigiosi.


Disponibile in libreria dal 8 aprile 2015, Ovunque tu sarai di Fioly Bocca, pubblicato da Giunti (160 pg; € 12,00; Sfoglialibro):
Visualizzazione di cop_low_ovunque_tu_sarai.jpgOvunque tu sarai di Fioly Bocca
Giunti (A)

Anita vive da tanti anni a Torino ma è cresciuta sulle Dolomiti, dove il vento soffia sempre e l'aria è fresca, dove l'aria trasparente profuma sempre di legno e di terra, e dove negli ultimi tempi è costretta a tornare a causa della terribile malattia di sua madre, che peggiora ogni giorno di più. È giusto mentire per proteggere chi ami? Anita decide di sì e ogni sera, quando si mette al computer per scrivere l'e-mail della buonanotte a sua mamma, racconta un sacco di bugie. Non le dice che il lavoro all'agenzia letteraria non le piace per niente, né che il suo fidanzato, Tancredi, è distratto, assente e certo non muore dalla voglia di fare piani concreti. Anzi, Anita descrive i preparativi per le nozze, immagina la chiesa del paese addobbata di fiori e i bambini che verranno. Finché un giorno, sul treno che la riporta a Torino, ogni finzione crolla di fronte agli occhi esotici di Arun, due occhi profondi che sanno guardare davvero, e a cui basta un istante per leggere tutta la tristezza di Anita. Ma chi è questo scrittore per bambini che ama il mare d'inverno? E perché, anche se vuole tenerlo lontano, qualcosa la riporta insistentemente a lui?
Struggente e drammatico, pieno di speranza e di gioia, "Ovunque tu sarai" è un romanzo sul potere magico di un incontro, quando lo sguardo di uno sconosciuto ti rivela che niente è per caso.

Fioly Bocca vive sulle colline del Monferrato ed è madre di due figli. Laureata in Lettere all'Università degli Studi di Torino, si è specializzata con un corso in redazione editoriale. “Ovunque tu sarai” è il suo romanzo d'esordio.




In uscita il 29 aprile 2015 Lux di Claudio Calzana per Giunti (208 pg;€ 12,00; Sfoglialibro)
Visualizzazione di cop_low_LUX.jpg
Lux di Claudio Calzana 

Bergamo, 1919. Quattro amici d’annata: i fratelli Milesi, Dante e Carlo, rispettivamente meccanico e fornaio, Romeo Scotti, fotografo, e Spiridione Curnis, ciclista anzi “biciclista” e spacciatore di vino da messa, decidono di imbarcarsi in una nuova avventura. L’antefatto data 1906, quando Buffalo Bill nega la rivincita al Curnis, sconfitto nel 1894 dall’eroe americano, lui a cavallo e il Curnis in sella al suo bicicletto. Non c’era storia. Così in quel lontano 1906, i quattro amici decidono per vendetta di derubare il circo di Buffalo Bill, ma il malloppo sarà sottratto solo dal Curnis e dalla sua bella, (Elen)Ona in fuga d’amore a Parigi. Adesso che il Curnis è tornato con un borsone nero, gli amici sperano, ma invece dentro la borsa ci sono solo delle bobine di film e con loro il sogno del sinemà. Aprire un cinema a Bergamo, uno dei primi, nella economica periferia, fare sognare tutti davanti al lenzuolo bianco. I film, anzi le film, al femminile, sono muti, serve allora un pianista e anche qualcuno che gli racconti le film: sarà Esperia, la figlia giovane e bella di Dante, che porta il nome di un’automobile e di una stella.
Lux è un romanzo strampalato e divertente, che, tra Piero Chiara e Andrea Vitali, passando dal grande cinema di Mario Monicelli, narra i mille fatti della vita quotidiana, le beghe e gli amori, i sogni e le imprese, regalandoci personaggi di una naturale e imprevedibile comicità. Con una lingua scoppiettante e piena di humour, Claudio Calzana ci offre un allegro affresco della provincia italiana ricca di storie e di umanità.
Anni Venti del Novecento, il cuore antico della provincia. Uno scombinato quartetto di amici alle prese con il magico mondo del "sinemà".

Claudio Calzana è nato a Bergamo nel 1958. Dopo avere fatto l’insegnante, il titolare d’impresa, attualmente è direttore dei Progetti Editoriali e Culturali per Sesaab, azienda del settore quotidiani. Nel 2004 ha vinto il premio Galbiate (Lc) per un racconto, dal quale – su sollecitazione di Andrea Vitali – è nato il suo primo romanzo, Il sorriso del conte (2008), finalista al Premio “Città di Penne – Europa 2008, sezione Opera Prima”. Nel 2012 è la volta del romanzo Esperia e del docufilm Gli anni e i giorni, sceneggiato con Beppe Manzi.
Il suo sito internet è www.claudiocalzana.it.


martedì 14 aprile 2015

Anteprima: Le fragili attese di Mattia Signorini


Le fragili attese di Mattia Signorini

Un delicato e intenso romanzo sulle attese in cui tra le speranze e delusioni capita che la nostra vita si incagli

«Mattia Signorini è un enfant prodige purosangue» TTL – La Stampa

«Una scrittura di grande scorrevolezza e leggibilità» Il Sole 24 ore

«Una scrittura tanto immediata quanto percorsa da brividi di immagini e pensieri che lasciano il segno nel lettore»
Il Resto del Carlino

In uscita il prossimo 16 aprile per Marsilio (€ 17.00; pp. 252; ebook € 9.99) il nuovo libro di Mattia Signorini, Le fragili attese, una storia corale sulle attese che ci riserva l’esistenza, spesso lunghe, fragili, a volte senza fine. 

Le fragili attese di Mattia Signorini
Marsilio Editori

Questa è la storia della Pensione Palomar, una vecchio stabile a due piani nel quartiere periferico di una grande città. Osservandola dalla strada, incastrata tra due palazzi, sembra appartenere a un tempo che non è più.  È la storia di Italo, il proprietario, che a quasi ottant'anni ha deciso di chiudere per sempre. Osserva passare gli ultimi giorni seduto dietro al bancone, mentre rilegge vecchie lettere d'amore scritte da una ragazza negli anni Sessanta. È anche la storia dei suoi ultimi ospiti: Guido, un professore d’inglese che deve insegnare a parlare a una bambina muta; Lucio Ormea, un uomo alla ricerca del padre che non vede da quando era piccolo; Il generale in pensione Adolfo Trento, convinto che la soluzione di ogni pace stia nella guerra; Ingrid, un'arpista con il polso spezzato che lavora come cassiera al supermercato e di notte si accompagna a uomini conosciuti per caso; e infine la domestica Emma, che ha fatto della Pensione Palomar la sua casa da ormai troppo tempo. Sono tutte persone ferme ai margini di un mondo che corre troppo veloce, in attesa che arrivi qualcosa, forse un treno che li porti via, verso una direzione qualsiasi, prima che sia troppo tardi. Mattia Signorini ci regala un delicato e intenso romanzo sulle attese in cui, tra speranze e delusioni, capita che la nostra vita si incagli. Attese spesso lunghe, fragili, a volte senza fine.



«Si attende che la vita faccia un passo e la pianti di stare in bilico, pericolante su se stessa.
Si attende qualcuno, o qualcosa, che prenda tutti i silenzi e lasciandoli cadere, quasi per sbaglio, li mandi in frantumi»




Mattia Signorini è nato a Rovigo nel 1980. Ha pubblicato Lontano da ogni cosa (Salani 2007; TEA 2011) e Ora (Marsilio 2013). Ha fondato la scuola di scrittura creativa Palomar. I suoi romanzi sono tradotti in otto paesi.www.mattiasignorini.it.

#ioleggoperché - 23 aprile

#ioleggoperché...?

Come ho detto sul sito della manifestazione, non vi è razionalità nella mia risposta, non vi potrebbe essere...solo passione, la lettura è parte della mia vita da quando ero piccolissima, non leggere sarebbe come rinnegare la mia infanzia...non credete.
Molti di voi già sanno di che manifestazione sto parlando, se ne parla un po' ovunque e il 23 aprile sarà ancora più reale la cosa...per le vostre città vedrete tanti giovani in maglia bianca, entusiasti ed energici che con grinta distribuiranno le copie dei 24 libri prescelti dall'iniziativa: narrativa contemporanea e moderna, gialli e romanzi d'autore, per poter appassionare chiunque...anche il più reticente.


Per strada, nelle scuole, all'università, nei luoghi di incontro, sui treni e sui pullman, ovunque ci sia gente, è lì che andranno i messaggeri a portare un po' di lettura.
E noi che non partecipiamo saremo estranei al processo? Direi di no, il 23 aprile è solo una data, un giorno per fare qualcosa di diverso, ma ricordiamoci che il miglior mezzo per spingere ad appassionarsi alla lettura è il passaparola, niente conta più d l'entusiasmo e la voglia di comunicare. Un commento positivo, una reazione entusiastica e la gente si chiederà: cos'è che ti fa sorridere? 
Il 23 aprile saremo tutti messaggeri, ufficiali e non, perché ciò che conta alla fine e riuscire a comunicare anche solo ad una persona la propria passione per la lettura.
Anche senza la maglia, i segnalibri e i libri da distribuire, mi sento comunque un po' messaggero.
Ecco #ioleggoperché



sabato 21 marzo 2015

Ebook #3: "Una giornata perfetta per essere felice" di Kalari, "Chemical Games" di Miriam Ciraolo e "Alakim - Luce e Tenebre" di Anna Chillon.

Torniamo di nuovo a parlare di ebook e altre opere auto-pubblicati, perché a volte e proprio tra loro che si celano le migliori "chicche" dell'odierno panorama letterario. Non sempre il self-publishing è la strada migliore, ma a volte è l'unica perseguibile, a questo punto occorre fare un grande lavoro di pubblicità ed eccomi qui a lanciare un'altro sassolino nel lago o un'altra monetina del pozzo :).
Vi presento "Una giornata perfetta per essere felice" di Kalari, "Chemical Games" di Miriam Ciraolo e "Alakim - Luce e Tenebre" di Anna Chillon.


Una giornata perfetta per essere felice di Kalari
Prezzo: 1,49
Codice ISBN: 97888t91170064
Acquistalo qui e qui

Emma Dicandia è una giovane donna di 32 anni, con una madre psicoterapeuta che analizza ogni suo respiro e un padre donnaiolo incapace di impegnarsi in una relazione a lungo termine. Quando il suo fidanzato, con cui convive da quattro anni, la tradisce, Emma cade in uno stato di caos interiore. Si sente sola, vulnerabile, vedova del senso della propria esistenza e sotto il peso di questi sentimenti decide di non permettere più a nessun uomo di farla sentire così persa. Si rende conto di aver messo da parte i propri desideri in nome di un amore che amore non era. Questa consapevolezza le da il coraggio di riprendersi la sua vita, reinventarsi, le fa esplodere dentro una voglia di riscatto, che la porta a cambiare città e chiudere per sempre l'amore fuori dalla sua vita. 


Visualizzazione di Copertina Chemical Games.jpgChemical Games 
Equazione equatoriale degli abissi di Miriam Ciraolo
Prezzo: € 1,99
Data di uscita: 19 marzo 2015

E se vi dicessero che la chimica è molto più di ciò che sembra?
Grace questo non lo credeva possibile, o meglio, credeva che tutto ciò che riguardasse suo padre, il celebre scienziato Fernando Flores, dovesse essere censurato dalla sua esistenza. Ma quando tu stessa sei la chimica, non puoi nasconderti per sempre. Condurre elettricità è pericoloso, sopratutto se ignori le proprietà chimico fisiche dell'elemento di cui sei guardiana.
D'altra parte anche Andrea Casale, un ragazzo di vent'anni, guardiano dell'ossigeno, non comprende fino in fondo l'importanza della sua natura, fin quando capisce che la chiave per sconfiggere la morte, risiede proprio in lui, nelle sue molecole di O2. Ma il mondo dei guardiani della materia non è così semplice, tra bene e male, tra elementi e capacità nascoste, tra grandi tecnologie e segreti della materia, un gruppo di scienziati all'avanguardia cospira all'insaputa del mondo.
Anche l’umanità ha le sue gerarchie. I guardiani della materia sono tra noi e il loro elemento è un nome inciso sulla tavola periodica. Centodiciotto elementi, divisi in due schiere nemiche, saranno tutti in cerca dell’equazione che rivelerà ciò che si nasconde dietro la materia. Per decifrarla però, rimane solo un’incognita: il tassello mancante.
Rame, ossigeno, oro, mercurio, carbonio, e tu? Quale elemento sei?


Alakim. Luce dalle Tenebre di Anna Chillon
Prezzo:  € 2,99 
Acquistalo qui

Alakim è un permanente divorato da una fame crudele. Reietto in cielo e braccato in terra da una schiera di guerrieri immortali, condivide il suo rifugio sotterraneo con due Nephilim, abili combattenti e fedeli compagni nella sorte. 
Di giorno è costretto all’oscurità, mentre la notte si aggira per le vie di una Marsiglia trasgressiva, in cerca di un modo per assolvere al patto stretto con Lucifero. È proprio durante questa ricerca che un prete dalle eccezionali capacità sensitive gli suggerisce un antico testo custode di segreti proibiti, portandolo così a imbattersi in Nicole, una giovane libraia animalista. 
La ragazza ingaggia una lotta impari per non venire travolta dall’indole tenebrosa di Alakim e dal suo spiccato gusto per la malvagità, ma l’ardore che scocca tra loro rapisce corpo e mente, lasciandola senza via di fuga, sopraffatta dall’impetuosità dell’immortale e dalla scoperta di una realtà troppo grande da accettare: una realtà per la quale occorre avere fede. 
Così, in un susseguirsi di eventi inaspettati, mettendo a rischio la propria esistenza, i suoi amici e Nicole stessa, Alakim fa di tutto per dare a Lucifero ciò che gli spetta, lottando, tracciando la sua strada nel sangue e spingendosi oltre i limiti. 
Perché avere una possibilità di scelta è l’unica cosa cui non è disposto a rinunciare, anche se quello da pagare è un inimmaginabile prezzo.